IV Edizione

Noureddine Ouazzani
Il Marocco dell’olivo e dell’olio trova in lui una solida figura di riferimento. Grande artefice del rilancio dell’olivicoltura, attraverso l’Agro-pôle Olivier di Meknès, di cui è direttore, ha permesso di compiere notevoli progressi. Il punto di forza è la vocazione a innovare, rendendo nel contempo la scuola agronomica di cui è promotore anche luogo di incontro e di scambi culturali.

Motivazione:
Il Marocco dell’olivo e dell’olio trova in lui una solida figura di riferimento. Grande artefice del rilancio dell’olivicoltura, attraverso l’Agro-pôle Olivier di Meknès, di cui è direttore, ha permesso di compiere notevoli progressi. Il punto di forza è la vocazione a innovare, rendendo nel contempo la scuola agronomica di cui è promotore anche luogo di incontro e di scambi culturali.

Rosalia Cavalieri
Docente di semiotica e teoria delle lingue dei segni all’Università di Messina, è anche autrice di saggi

Motivazione:
Ha il merito di aver reso fruibile una serie di conoscenze finora riservate ai soli studiosi, creando occasioni sempre nuove per far acquisire un sapere intorno a temi spesso affrontati in maniera emotiva. Con i suoi libri ha introdotto un nuovo modo di leggere e interpretare la realtà dei segni, restituendo dignità ai sensi, soprattutto a quelli del gusto e dell’olfatto, considerati a torto minori.

Carlos Solito
Autore di reportage e servizi fotogiornalistici

Motivazione:
Autore di foto e video, ma anche di testi, ha abbracciato differenti moduli espressivi pur di consentire a un pubblico più vasto di avvicinarsi ai valori della terra e della ruralità, consentendo loro di coltivare la sfera emotiva quanto quella intellettuale. Le immagini, sempre eloquenti e suggestive, diventano con lui narrazione e pensiero.

Coltura & Cultura
Progetto nato nel 2007 in cui sono stati coinvolti oltre 600 esperti, dando luogo a una collana di libri e a una serie di videoclip sull’agricoltura

Motivazione:
Pensare a un progetto corale per la costruzione di un’opera collettiva è stata una scelta che ha implicato coraggio e determinazione, soprattutto in tempi in cui non si concedono spazi alla cultura autentica. L’idea di associare coltura a cultura ha segnato un percorso nuovo, permettendo di elevare la conoscenza agricola a modello ed esempio per una nuova rinascenza.

Alfonso Pascale
Storico dell’agricoltura e fondatore della Rete Fattorie Sociali

Motivazione:
Sensibile ai temi sociali, non ha mai rinunciato a una visione dialettica e costruttiva dell’agricoltura, portando avanti in maniera lucida una corretta analisi dei tanti fenomeni che nel corso degli anni hanno sottratto centralità al ruolo da sempre assegnato alla civiltà rurale. La sua attività di studio ha pemesso di ridare fiato a una parte d’Italia che non intende affatto sottrarsi al futuro.

Massimo Occhinegro
Esperto di marketing, svolge attività di consulenza a imprese industriali in ambito internazionale

Motivazione:
Ha avuto il coraggio di portare innovazione ed energie vive in un comparto oleario chiuso in se stesso e poco disposto a rimettersi in gioco. Da esperto di marketing, ha espresso nuove formule per rilanciare l’olio da olive sui mercati internazionali. Tra i tanti strumenti utilizzati, non ha disdegnato nemmeno i social network, aupicando dialogo, riflessione e confronto.