Un volo tra romanzo e favola

Un volo tra romanzo e favola
23/01/2015 0

Uno scrittore capace di affascinare il lettore in un viaggio tra generi letterari diversi che culminano nella favola. Così Daniela Marcheschi ha presentato Guido Conti, autore del romanzo “Il grande Po” e della fiaba “Il volo felice della cicogna Nilou”.

Uno scrittore capace di affascinare il lettore in un viaggio tra generi letterari diversi che culminano nella favola. Così Daniela Marcheschi ha presentato Guido Conti, autore del romanzo “Il grande Po” e della fiaba “Il volo felice della cicogna Nilou”. “La scrittura di favole, in particolare, coglie aspirazioni profonde e rappresenta un punto di arrivo per Guido Conti” ha detto la scrittrice e antropologa. Protagonista del romanzo è il fiume Po, una rilettura antropologica del territorio per la quale l’autore ha fatto riferimento a scrittori del calibro di Cesare Pavese, Vincenzo Bassani e Giovanni Guareschi, menzionando anche miti del grande schermo. “Nei territori del Po la nebbia sembra quasi sia stata fatta apposta per il cinema” ha spiegato Conti, citando Bertolucci, Zavattini e Fellini con le loro atmosfere altamente evocative. Conti ha concluso la presentazione celebrando il paesaggio, considerato non come un mero sfondo di vicende esistenziali ma come protagonista della storia: “Bisogna ripartire dal territorio per costruire il futuro della terra del Po” ha detto lo scrittore.