Tutto liscio come l’olio. Anche in cucina

Tutto liscio come l’olio. Anche in cucina
23/01/2012 0

Sapori e forme dell’extra vergine nella cucina contemporanea. E’ su questo tema che intervverrà nell’area cooking di Olio Officina Food Festival lo chef Carlo Bresciani

Liscio come l’olio. Sapori e forme dell’extra vergine nella cucina contemporanea. Un ingrediente indispensabile per gli chef contemporanei, sicuramente. Prezioso in ogni ambito della sfera culinaria. Oggi, più che ieri, la certezza che non si possa prescindere dagli oli ricavati dale olive. Ma come conciliare le varie anime espressive dell’olio – fruttato leggero, medio, intenso, note amare o dolci, piccanti o astringenti, morbide o aggressive – con la molteplicità delle formulazioni alimentari? Va veramente tutto liscio come l’olio? Un esempio di applicazione pratica nell’abbinamento olio-cibo a partire dagli extra vergini Dop Garda.

Carlo Bresciani, chef patron del ristorante Antica Cascina San Zago di Salò, si avvale di una brigata di sette cuochi. Nato a Gavardo nel 1958, scuola alberghiera a Gardone Riviera, ha lavorato in importanti alberghi del Nord Italia, tra i quali il Villa D’Este, e in qualità di chef di cucina al Palace Hotel Villa Cortine di Sirmione. Consulente per la Montebussan di Tokyo, oltre che della Marfo in Olanda, un’azienda che prepara piatti per numerose compagnie aeree, ha fatto propria una cucina contemporanea che punta a valorizzare i prodotti del territorio. Nel corso della carriera ha ricevuto numerosi premi e cariche, tra cui il titolo di maestro di cucina, discepolo di Escoffier, Cordon d’or di Montecarlo. Membro di giunta della Federazione Italiana Cuochi, è presidente dell’Associazione Cuochi Bresciani.