Quando l’olio si trasforma in gioco

Quando l’olio si trasforma in gioco
19/03/2012 0

In occasione di Olio Officina Food Festival è stata presentata una bottiglia ludica ed ecocompatile su misura per i bambini. Si tratta di “Pantaleo Young”, un olio extra vergine di oliva da agricoltura biologica, che è stato appena premiato con il prestigioso “BiolPack

Pensare a un olio extra vergine di oliva espressamente dedicato ai bambini è stata un’idea davvero geniale. Dopo la presentazione avvenuta nell’ambito di Olio Officina Food Festival a Milano lo scorso gennaio, la stessa proposta è stata presentata nell’ambito della rassegna internazionale del Premio Biol, kermesse giunta quest’anno alla diacessettesima edizione, raccogliendo i pieni consensi da parte della giuria del premio, ottenendo così il “Premio BiolPack” per la migliore accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e consumo.

A vincerlo è stata l’azienda Pantaleo, di Fasano di Puglia, proprio per la brillante idea di riservare ai bambini una apposita bottiglia d’olio dal forte valore educativo, che si contraddistingue anche per i suoi materiali ricilcabili, oltre che per il carattere ludico dell’etichetta da colorare e da rispedire così da poter partecipare a una mostra online.

L’olio extra vergine di oliva Pantaleo-Young è stato ideato pensando ai bambini e alla loro educazione in materia di alimentazione e di rispetto dell’ambiente. All’apparenza può sembrare un prodotto uguale agli altri, una confezione da 250 ml di una bottiglia comunemente chiamata “marasca”. In realtà la bottiglia di olio extra vergine di oliva Pantaleo-Young vanta diversi aspetti innovativi, ed esattamente, entrando più in dettaglio.

La bottiglia “marasca” è stata modificata nella parte dell’imboccatura, per l’applicazione di un tappo in PE che a sua volta racchiude tre caratteristiche:

– 0% di difettosità in merito all’apertura che è anche molto facile e non richiede altro che una minima “forza di strappo” , adatta quindi anche a un bambino. Contrariamente ai tappi in alluminio, il tappo in PE impedisce che il bambino, o anche l’adulto, possano farsi male, al momento dell’apertura, come purtroppo avviene in molti casi;

– “drop stop” , ossia il tappo, una volta aperto, consente una uscita fluida dell’olio senza causare la minima possibilità di ungere sia l’etichetta, sia le mani dell’utilizzatore; l’ultima goccia, infatti, “torna indietro”, da qui di conseguenza il nome “drop stop”;

– una volta utilizzato il prodotto, è possibile separare il tappo dalla bottiglia con un solo gesto, consentendone il riciclo del materiale attraverso la raccolta differenziata. Anche la sleeve, contrariamente con quanto avviene con le calotte in PVC normalmente diffuse, è in materiale assolutamente non inquinante (PET).

Il secondo aspetto innovativo è legato all’etichetta, anche qui ci sono almeno due particolarità che meritano di essere menzionate. L’etichetta, disegnata da Carlotta Parisi, nota illustratrice, è in bianco e nero, e con la scritta indicata sul collarino, si invitano i bambini a colorare a loro piacimento l’etichetta, oltre che a trasmetterne la foto a un sito internet a loro dedicato, con l’indicazione del nome e dell’età. L’etichetta inoltre è staccabile, ma anche riattaccabile, per due ragioni: la prima è per consentire ai bambini di colorarla facilmente ponendola ad esempio su un tavolo; la seconda è per agevolare la raccolta differenziata, oltre che del vetro e del materiale plastico, anche della carta.

Il terzo e ultimo aspetto innovativo è rappresentato dalle spiegazioni contenute nel pendaglietto, legato al collo della bottiglia. Nella prima pagina – in “Perché Pantaleo Young” si spiegano le ragioni che hanno indotto la Pantaleo a scegliere di dedicare proprio ai bambini un olio biologico, e di conseguenza – in “Perché biologico” – le ragioni che motivano la scelta di optare per un olio extra vergine di oliva da agricoltura biologica. Da qui, dunque, iniziano a comparire le prime spiegazioni in termini di “education”. La seconda pagina del booklet serve invece a spiegare le caratteristiche di un packaging concepito per consentire la raccolta differenziata di tutti i materiali impiegati: vetro, PET, PE e carta. La terza pagina è di “education” circa la qualità del prodotto olio extra vergine di oliva. Si spiega così, per la prima volta, perché l’olio contenuto in bottiglia è leggermente amaro e piccante, e si fa quindi riferimento ai polifenoli, e a tutte le sostanze antiossidanti ad alta valenza nutrizionale e salutistica presenti nell’olio, nonché al claim salutistico accettato dall’EFSA, l’European Food Safety Authority, ovvero l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, secondo cui la presenza dei polifenoli nell’olio di oliva consente di ridurre lo stress ossidativo, se associato a un consumo di due cucchiai da 23 g al giorno per almeno tre settimane.

Lo scopo principale del lancio di Pantaleo Young risiede nella dichiarata intenzione di divulgare la conoscenza del buon olio extra vergine di oliva, inducendo il consumatore a effettuare una scelta alimentare consapevole. Si parte perciò dai bambini per arrivare in seguito agli adolescenti e agli adulti. Il passaggio educativo è completo, perché include nel contempo anche il messaggio legato all’importanza di rispettare l’ambiente.