OOF CAFFÈ LETTERARIO

09/01/2018 0

Quale rapporto tra la letteratura romanzesca e la realtà?

Dibattito

 

«Dove è finita la responsabilità dello scrittore? Dove è finita l’avventura di liberazione consentita dalla retorica in quanto arte del dire argomenti efficaci? Eppure lo scrittore è un custode della parola e delle tradizioni letterarie; e come un custode sta alla porta, pronto ad aprirla e a chiuderla quando ce ne sia bisogno. Lo scrittore è un interprete delle tradizioni e deve sempre scegliere, perché l’etica è il fondamento stesso del segno. Il suo compito è quello di eliminare volgarità dal mondo; deve inventare una forma nuova, deve mostrare la verità nell’accezione antica del termine: tutto ciò che non si dimentica; che è faticosa acquisizione di valori autentici e intimi».  Tratto da Il sogno della letteratura di Daniela Marcheschi

 

Partecipano: Roberto Barbolini, Guido Conti, Laura Bosio, Nanni Delbecchi, Edgardo Franzosini, Filippo Tuena, Alessandro Zaccuri

 

Coordina: Alessandro Zaccuri