OOF IO SONO UN ALBERO

08/01/2018 0

Ore 17.00

Alberi e filosofia hanno le stesse radici. Alberi di campagna, alberi di città

Il legame tra l’uomo e l’albero è fondamentale per curare la pesantezza del nostro vivere. A unirli è la filosofia intesa come un modo di vivere, un’etica, nel senso letterale della parola, dal greco éthos che vuol dire comportamento, più precisamente lo strano e peculiare modo di vivere di chi cerca la leggerezza e la verità, o potremmo anche dire la felicità.

 

Alfonso Pascale

Storico dell’agricoltura, presidente del CeSLAM, Centro Sviluppo Locale in Ambiti Metropolitani

 


Ore 17.30

 

Abbracciare gli alberi

 

Ci sono molte buone ragioni per abbracciare gli alberi. Alcuni credono che attraverso questo gesto, alberi e uomini entrino in comunicazione: si può dubitarne purché non si dimentichi che il senso del sacro è nato proprio al cospetto degli alberi, osservando la loro capacità di andare oltre i limiti angusti della primitiva percezione.

Presentazione del volume Abbracciare gli alberi, edito da il Saggiatore, alla presenza dell’autore

 

Giuseppe Barbera

Professore di Colture arboree all’Università di Palermo

 


Ore 18.00

 

Anche le piante hanno unanima. Sensorialità e linguaggio nel mondo vegetale

 

Il fatto di essere animali, così distanti dal regno vegetale, ci rende difficile immaginare che le piante possano essere esseri sensibili, dotati di una forma di intelligenza, capaci di provare qualcosa, di percepire il mondo circostante, di avere una vita sociale, di comunicare tra loro e con gli animali. A differenza degli animali che attraverso il movimento o la fuga aggirano i problemi, le piante sono invece costrette ad affrontarli e a risolverli, trovando soluzioni efficaci.

 

Rosalia Cavalieri

Professore di Filosofia e teoria dei linguaggi all’Università di Messina