L’anima sociale dell’olio e del cibo

immagine L’anima sociale dell’olio e del cibo
L’anima sociale dell’olio e del cibo
21/12/2017 0

L’olio ricavato dalle olive non è una monade, ma un alimento completo, nato per essere prima di tutto condiviso. Da solo è un eccellente solista, ma è sempre pronto ad accogliere altri elementi, diversi dalla propria natura grassa.

Possiamo per certi versi sostenere che quando si ha a che fare con l’olio da olive ci si trova davanti a un grande solista, il quale si trova comunque molto bene, ed esprime il meglio di sé, soprattutto quando è in compagnia, quando entra, con i suoi tratti distintivi, in un’orchestra di altri sapori e identità, restando pur sempre protagonista indiscusso.

L’olio da olive è singolo e insieme molteplice. Accoglie in sé il singolare e il plurale, il maschile e il femminile. Sta bene da solo, ma diventa straordinario quando è in compagnia.

È un ottimo veicolatore di sapori, arricchendo il gusto di altri elementi e nobilitandone la percezione complessiva. Lo si può degustare e apprezzare in purezza, nella consapevolezza che il meglio di sé lo da’ quando coniugato ad altre materie prime alimentari.

Per questo, e non solo per questo, mi è facile associarlo a un desiderio di tenere saldamente uniti tutti gli elementi.

L’olio da olive esprime, per molti versi, una visione ecumenica, tale da renderlo non più un alimento etnico tra i tanti, confinato nell’area del Mediterraneo, ma alimento interetnico che unisce ogni cultura e confessione religiosa, andando al di là di ogni barriera ideologica.

È alimento che unisce e aggrega, essendo un attore sociale per eccellenza, aperto al confronto dialettico in quanto capace per sua natura di misurarsi con le diverse espressioni sensoriali dei cibi con i quali si confronta; ed è proprio per questo che diventa l’olio della fraternità, nell’atto stesso in cui viene condiviso da tutti, e nel momento in cui permette a chi è stato fuori dalla società, per colpe proprie o altrui, di rientrarvi attraverso un lavoro agricolo, necessario per poter produrre l’olio da olive, che contribuisce al pieno recupero di quella parte di sé che cerca una pacificazione interiore.

Ecco, di conseguenza, il tema portante dell’edizione 2014 di Olio Officina Food Festival: l’anima sociale dell’olio. Nell’olio si trova senza l’occasione di solidarizzare, ma anche la speranza di costruire una casa comune che accolga tutti.

Luigi Caricato
Direttore di Olio Officina Food Festival