Loading

Iscriviti alla newsletter

Si inizia, ooff 2015 di Valerio Marini

Si inizia, ooff 2015
di Valerio Marini

archivio illustrazioni

Milano, Palazzo delle Stelline, 22-24 Gennaio 2015, Quarta edizione

Articoli

I Miti ladini delle Dolomiti

Ancora una volta protagonista lo scrittore Nicola Dal Falco. Dopo la presentazione a Olio Officina Food Festival, prosegue il tour di presentazione di un avvincente libro di miti che racconta la caduta del regno di Fanes

Pubblicato il 04 Aprile 2013 da OOFF

Alla Libreria Luidig, martedì 16 aprile, ore 18.30. Monti Isole, souvenir Dolomiti, disegni e letture. La presentazione di Miti ladini delle Dolomiti (Ey de Net e Dolasíla) di Nicola Dal Falco, con il saggio Raccontare le origini e le glosse di Ulrike Kindl, Palombi Editori, Istitut Ladin Micurà de Rü, Roma  2012

Benevento – Un libro di miti che racconta la caduta del regno di Fanes, immaginato e collocato dalla notte dei tempi sulle Dolomiti, è l’occasione per immergersi in un gorgo di immagini. Immagini di una cosmogonia dove il corso del tempo è circolare, dove né si avanza né si retrocede e il movimento della vita segue piuttosto quello della spirale, in un’eterna espansione e contrazione secondo gli imperscrutabile disegni della Grande Dea.

Il racconto dei Miti ladini, riuniti in forma frammentaria e rielaborati da Karl Felix Wolff, nella prima metà del Novecento, abbandonano la veste novellistica e da favole esistenziali ritrovano l’eco delle prime storie del mondo, puntualmente approfondite nelle glosse, scritte da Ulrike Kindl, germanista dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e massima esperta di Wolff.

Durante la presentazione sarà inaugurata una piccola raccolta di disegni, un diario per immagini, appunto, in cui cogliere la dimensione arcaica della scena, l’aura dei Monti Isole, nati dal sollevamento di un arcipelago corallino.

Nel corso della serata verrà proiettato il video I tre colori della Dea di Andreas Linder

La mostra alla Libreria Luidig, palazzo Collenea, corso Garibaldi, 95, resterà visibile dal 16 aprile al 12 maggio.